fbpx
ALBANIA,  CROAZIA,  EUROPA,  GRECIA,  Nature,  TRAVEL

ON THE ROAD TRA I BALCANI

Estate 2018. Un giro del mondo da programmare e una macchina nuova da testare: due buoni motivi per restare nei confini europei e quale concedersi un road trip.

Scartata la rotta Francia- Spagna per il semplice motivo di esserci già stati altre volte abbiamo deciso di orientare i nostri interessi verso la costa dei Balcani: 4000 e rotti chilometri di strade da esplorare, città ricche di storia, patrimoni Unesco, natura rigogliosa, mare azzurro da scoprire.

Ecco quindi un itinerario che che tocca Croazia, Montenegro e Albania fino alla Grecia passando per lo splendido completato delle Meteore fino alla penisola di Halkidiki.

Partenza il 2 agosto da Milano in tre con la nostra adorata Mini vede.

BALCANI PRIMA META: LA CROAZIA

Dopo circa sette ore di viaggio approdiamo ai laghi di Plitvice, meraviglioso patrimonio Unesco che visitiamo prima di proseguire per Spalato, cittá costiera con un centro storico veramente adorabile, tutto viuzze e angolini di scoprire. Una notte é sufficiente per la visita prima di ripartire alla volta di Dubrovnik, o Ragusa, con il suo centro murato splendidamente conservato sede di diverse puntate della per noi mitica serie Game of Thrones. In questa zona ci concediamo anche il primo giorno di mare in una spiaggetta piccola e poco attrezzata ma per questo non esageratamente affollata con ciottoli bianchi chiamare splendidamente cristallino (leggi qui).

IL MONTENEGRO

Dopo cinque notti termina il nostro momento croato e ripartiamo alla volta del Montenegro dove ci perdiamo in mille chiacchiere con il fantastico padrone di casa montenegrino prima di visitare il quarto patrimonio Unesco del viaggio ovvero Kotor. Quinta tappa Sveti Stefan alla ricerca dei primi due giorni di reflax da spiaggia ma dopo una sola giornata in cui scopriamo che Sveti Stefan vanta prezzi più alti di Montecarlo decidiamo di partire alla volta dell’Albania.

SORPRENDENTE ALBANIA

Dopo 10 ore di macchina di cui due di dogana approdiamo finalmente a Valona, cittadina costiera molto trafficata e a mio parere non molto pittoresca che ci regala però una delle cene più interessanti di tutto il viaggio. Il giorno seguente finalmente mare! Troviamo un fantastico gipsy camping a Drymades, meraviglioso è ancora tranquillo paesino nel bellissimo tratto di costa che va da Valona a Saranda.

Cinque giorni volati tra mare cristallino e azzurrissimo, la simpatia degli albanesi e l’atmosfera rilassata e familiare del nostro stupendo camping prima di ripartire alla volta di Saranda, cittadina decisamente più turistica all’estremo sud dell’Albania, da cui poter andare in giornata a Ksamil con il suo mare davvero caraibico ma purtroppo guastato dal vero e proprio tappeto di gente. Sicuro da vedere, certamente non ad agosto (leggi qui).

LA GRECIA, SEMPRE MERAVIGLIOSA

Ed eccoci di nuovo in viaggio verso l’ultima nazione in programma, la Grecia. Prima tappa le Meteore, meraviglioso complesso doppio patrimonio Unesco, sia dal punto di vista naturalistico che culturale.  Da qui l’ultimo viaggio fino alla penisola calcidica, al di là di Salonicco,  con le sue tre ‘dita’ protese verso il mare e circondate da incredibili spiagge e calette.

Qui spendiamo l’ultima settimana tra giornate placidamente marittime, paesaggi da cartolina e cene in tavernette sul mare (leggi qui).

Poche ore di macchina ci riportano infine a Igoumenitsa da cui prendere il traghetto per Ancora per rientrare in Italia e quindi a Milano, dopo 24 giorni, 4 nazioni, 11 tappe e circa 4200 km che non possono che rimanere del cuore.

Se vi piace l’idea, leggete i post dedicati alle singole nazioni visitate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Follow by Email
Instagram